MENU

AAL - Active and Assisted Living Programme 2018

E' stato pubblicato l'invito comunitario a presentare proposte ad implementazione del programma "Active and Assisted Living Programme 2018".

AAL è un programma comune a sostegno di soluzioni per una vita attiva e autonoma che ha i seguenti obiettivi generali:

  • ampliare la disponibilità di prodotti e servizi basati sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT) per un invecchiamento attivo e in buona salute, al fine di migliorare la qualità della vita degli anziani e di coloro che li assistono e, al tempo stesso, la sostenibilità dei sistemi di assistenza;
  • mantenere una massa critica di attività trans-europee di ricerca applicata, sviluppo e innovazione nel campo dei prodotti e servizi basati sulle ICT per invecchiare in buone condizioni, coinvolgendo soprattutto le PMI e gli utenti;
  • stimolare gli investimenti privati e migliorare le condizioni di sfruttamento industriale di tali tecnologie, predisponendo un quadro coerente per lo sviluppo di approcci e soluzioni a livello europeo che comprenda norme minime comuni rispondenti alle diverse preferenze sociali e ai diversi aspetti regolamentari nazionali e regionali.

Il costo complessivo del programma  - pari a 700 mln di euro sui 7 anni di programmazione - è suddiviso tra risorse di provenienza comunitaria (25%; 175 mln euro) e nazionale (25%), mentre il 50% é a carico delle imprese. 

Ogni Paese aderente al programma AAL - tra i quali l'Italia - finanzia i propri partecipanti, come partner di progetti vincenti, secondo le regole nazionali.
La call 2018 "Smart Solutions for Ageing Well" prevede un budget complessivo di 28.495.728 euro (inclusivo del contributo della Commissione di oltre 13 mln euro); l'Italia vi partecipa con le seguenti funding bodies:

MIUR  - che ha dedicato a questo bando un budget di euro 495.000 nella forma del contributo alla spesa (non comprensivo del cofinanziamento fornito da AAL di ulteriori 405.000 euro)
Ministero della Salute - 1.000.000 euro
Regione Friuli-Venezia Giulia - 200.000 euro   

Il bando di quest'anno rimarrà aperto fino al 28 maggio 2018 ed ha l'obiettivo di sostenere progetti di collaborazione innovativi, transnazionali e multidisciplinari.

Rispetto alle call degli scorsi anni - consente una maggiore flessibilità in merito all'obiettivo, la dimensione ed alla durata dei progetti purché mirino a sviluppare applicazioni su una qualsiasi area di interesse per AAL, basate su tecnologie ICT e focalizzate su specifiche esigenze di mercato. In particolare la call - molto indirizzata al mercato e a soluzioni ad utilizzo dell'end-user - prevede due tipologie di azione: 

  • Small collaborative projects:  progetti di piccole dimensione (cofinanziamento max: 300.000 euro) e durata non superiore ai 6 mesi, che l'Italia finanzia esclusivamente attraverso risorse dal Ministero della Salute.
  • Traditional Collaborative projects: progetti tradizionali (cofinanziamento max: 2.500.000 euro) e durata compresa tra 18 e 36 mesi, che prevedano soluzioni con un "time-to-market" di due anni dalla data di conclusioni del progetto (TRL 5/8).

L'invito è complementare alle call di Horizon 2020 relative all'invecchiamento attivo e in buona salute nell'ambito della SC1, nonché a quelle del programma di lavoro 2018-2020 sulle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione.