MENU

MIUR Bando Progetti di R&S: scheda informativa

Scheda informativa riguardante il nuovo bando del MIUR per la presentazione di “PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO SPERIMENTALE NELLE 12 AREE DI SPECIALIZZAZIONE INDIVIDUATE DAL PNR 2015 – 2020”.

Il bando, con una dotazione totale di 496.965.605,33 euro ha l’obiettivo di creare e stimolare un ecosistema favorevole allo sviluppo “bottom up” di progetti rilevanti attraverso forme di Partenariato pubblico-privato che integrino, colleghino e valorizzino le conoscenze in materia di ricerca e innovazione.

Possono presentare domanda di agevolazione i soggetti di seguito riportati:

  • imprese (PMI e Grandi Imprese), partecipanti in forma singola o associata;
  • università;
  • enti pubblici di ricerca;
  • altri Organismi di ricerca pubblici e privati, in possesso dei requisiti di cui al Regolamento (UE) n. 651/2014;
  • amministrazioni Pubbliche;
  • ogni altro soggetto, in possesso dei requisiti previsti dal bando, ai sensi dell’articolo 5 comma 1 del D.M. 593/2016.

La domanda di partecipazione deve essere presentata nella forma del Partenariato pubblico-privato, che deve essere costituito da almeno un soggetto di diritto pubblico e da almeno un soggetto di diritto privato. Tale Partenariato pubblico-privato deve prevedere anche la partecipazione di almeno una PMI e di un soggetto tra Università ed Enti pubblici di ricerca.

I soggetti dovranno realizzare, congiuntamente, un Progetto di ricerca industriale e di non preponderante sviluppo sperimentale, in una delle 12 Aree di specializzazione previste:

  • Aerospazio
  • Agrifood
  • Blue Growth
  • Chimica verde
  • Cultural Heritage
  • Design, creatività e Made in Italy
  • Energia
  • Fabbrica Intelligente
  • Salute
  • Mobilità sostenibile
  • Smart, Secure and Inclusive Communities
  • Tecnologie per gli Ambienti di Vita

Ogni Progetto deve prevedere un totale di costi complessivi ammissibili compresi tra un minimo di 3.000.000,00 di euro e un massimo di 10.000.000,00 di euro e prevedere che l’ammontare totale dei costi ammissibili di Ricerca Industriale debba prevalere sull’ammontare totale dei costi ammissibili di Sviluppo Sperimentale.  Una quota non inferiore al 20% dell’ammontare totale dei costi deve essere sostenuta direttamente da Università e/o Enti Pubblici di Ricerca.

Le attività progettuali dovranno essere svolte nell’ambito di una o più delle proprie unità operative ubicate nelle Regioni meno sviluppate e/o nelle Regioni in transizione, in una misura pari ad almeno l’80% del totale dei costi ammissibili esposti in domanda.

Il Progetto può prevedere che le attività siano realizzate anche nelle aree del territorio nazionale non comprese in quelle delle Regioni meno sviluppate e delle Regioni in transizione, in una misura non superiore al 20% del totale dei costi ammissibili esposti in domanda. La durata massima del Progetto non può superare i 30 mesi, prorogabile una sola volta.

Per quanto concerne le agevolazioni concesse, per i soggetti beneficiari imprese l'intensità base di aiuto non supera:

  • il 50 % dei costi ammissibili per la ricerca industriale;
  • il 25 % dei costi ammissibili per lo sviluppo sperimentale;

La predetta intensità di aiuto può essere aumentata di 15 punti percentuali se è soddisfatta una delle seguenti condizioni:

  • il progetto:
  • prevede la collaborazione effettiva tra imprese di cui almeno una è una PMI o viene realizzato in almeno due Stati membri, o in uno Stato membro e in una parte contraente dell'accordo SEE, e non prevede che una singola impresa sostenga da sola più del 70 % dei costi ammissibili, o
  • prevede la collaborazione effettiva tra un'impresa e uno o più organismi di ricerca e di diffusione della conoscenza, nell'ambito della quale tali organismi sostengono almeno il 10 % dei costi ammissibili e hanno il diritto di pubblicare i risultati della propria ricerca;
  • i risultati del progetto sono ampiamente diffusi attraverso conferenze, pubblicazioni, banche dati di libero accesso o software open source o gratuito.

Infine, le domande di agevolazione potranno essere presentate a partire dalle ore 12 del 27 luglio 2017 e fino alle ore 12 del 9 novembre 2017.

La valutazione dei Progetti presentati sarà effettuata sulla base di una procedura valutativa a graduatoria.

La modulistica è disponibile al seguente link: https://roma.cilea.it/PortaleMIUR/portale/default.aspx

Allo stesso link, sotto la voce DD n. 1735 del 13/07/2017, è possibile accedere alla lista completa delle FAQ fino ad oggi pubblicate.