MENU

Monitorare i parametri ambientali in spazi chiusi

Un altro passo avanti della tecnologia nella lotta al Coronavirus

09-07-2020 - Ripartire al meglio, far fronte alle sfide del domani garantendo a persone e imprese di imboccare nuovamente il proprio cammino al riparo da rischi e complicazioni.

Questo è l’obiettivo che il Gruppo Zucchetti si è posto nello scegliere come supportare al meglio le aziende per affrontare la ripresa delle attività, questo ciò che lo ha spinto, ad esempio, a lavorare su ZAir, soluzione già presente nell’offerta, ma ora ancora più utile per aziende e organizzazioni, in quanto consente di verificare lo stato dell’aria che si respira all’interno dei luoghi di lavoro anche in ottica contenimento contagi.

Grazie all’integrazione tra il software e una serie di nuovi dispositivi di raccolta e misurazione dati infatti, ZAir è in grado di monitorare i parametri ambientali degli spazi chiusi quali temperatura, umidità, luminosità e concentrazione di sostanze come PM10/PM2.5, CO2 o composti organici volatili, segnalandone l’eventuale livello di rischio. Questo proprio perché sembra essere stata dimostrata l’esistenza di una correlazione diretta tra il sussistere di questi elementi e la diffusione di Covid-19; poterli quindi tenere sotto controllo significa avere la capacità di intervenire tempestivamente in caso di necessità.

ZAir è un altro significativo esempio di come la tecnologia può intervenire a supporto delle aziende nella fase di ripresa e non solo.