MENU

Gabriella Taddeo

Gabriella Taddeo | FVG Digital Academy Manager

La riduzione delle diseguaglianze attiene anche al digitale, il cui mancato accesso accresce le disparità sociali, economiche e culturali. Una strategia vincente  di Insiel Academy nella diffusione di skills digitali è favorire reti collaborative per elaborare percorsi territoriali, con la P.A. ‘pro-motore’ dell’innovazione. 
La parola che meglio mi descrive è #network

E’ manager responsabile della Digital Academy di Insiel spa - azienda ICT in house alla Regione Friuli Venezia Giulia. L’Academy si occupa principalmente di consolidare e diffondere le competenze digitali del Personale della Pubblica Amministrazione locale e delle Imprese del territorio ed estende i suoi servizi nella progettazione di percorsi intensivi di formazione manageriale mirati allo sviluppo di digital skills, soft skills ed e-skills, a garanzia dell’accelerazione della transizione verso il digitale del territorio. In sinergia con gli Enti Locali, progetta e realizza percorsi sistematici di sviluppo di competenze di cittadinanza digitale e promuove eventi per incentivare l’uso dei servizi on line della PA, favorendo l’inclusione digitale della popolazione. Nell’ambito del progetto Insiel4School realizza in ambito scolastico e sul territorio azioni mirate di contrasto agli stereotipi di genere, promuovendo percorsi di studio STEAM e l’intrapresa di professioni digitali e/o ICT attraverso eventi e tirocini formativi, in sinergia con i diversi stakeholder del territorio, Atenei, Centri di Ricerca, Enti di formazione ed associazioni.
Dopo un primo decennio di impiego nel settore di produzione software in ambito tecnico applicativo, ha svolto in ambito HR il ruolo di responsabile dello sviluppo risorse umane e della selezione del Personale e, in periodi alterni, è stata componente di staff di Direzione nell’area della Pianificazione Strategica. Attualmente è impegnata nel completamento del progetto regionale ‘Academy diffusa’, di cui è ideatrice: un network di 10 centri didattici digitali diffusi sul territorio regionale, in via di allestimento presso gli enti locali, strutture logistiche dotate di tecnologie avanzate per l’apprendimento multimodale al servizio dei rispettivi territori. Gestisce inoltre un laboratorio di produzione multimediale di giovani (donne e uomini) provenienti da percorsi di studi differenti, siano essi tecnici, ingegneristici, artistici ed afferenti alle scienze umanistiche.
E’ stata per 2 mandati consecutivi (8 anni) Consigliera di parità della Provincia di Trieste: in questo ruolo ha progettato e supportato percorsi per la nascita di start up/micro imprese diretti a donne in cerca di occupazione e progetti di inclusione sociale e digitale a favore delle donne, anche immigrate, iniziative che sono state designate come ‘best practice’ a livello europeo. E’ inserita nel EuroGender - EIGE’s online cooperation and consultation hub member per i progetti Grudvigt (long life learning) e Daphne (contrasto alla violenza contro donne e minori). E’ Socia fondatrice della Casa Internazionale delle donne di Trieste e della Casa editrice indipendente femminile Vita Activa (impresa generata dai progetti citati) ed è Componente del direttivo Biennale Internazionale Donna di Trieste. Ha contribuito dal punto di vista progettuale ed organizzativo alla ‘Conferenza mondiale Pechino 20 anni dopo’ tenutasi ad Expo 2015 a cura degli Stati Generali delle Donne. E’ stata componente della Prima Commissione Regionale per le Pari Opportunità istituita dalla Regione Friuli Venezia Giulia e da studentessa universitaria, ha svolto un tirocinio annuale in qualità di psicologa presso l’Ospedale Psichiatrico di Trieste nel team di Franco Basaglia, esperienza che ha costituito un punto di svolta importante per la crescita personale. E’ autrice di numerosi articoli, saggi ed interventi inerenti i percorsi di empowerment femminili.