Scheda dati | Rapporto Anitec-Assinform “Il Digitale in Italia 2021” – Vol.2

Andamento del mercato digitale nel primo semestre 2021 – Il mercato digitale nel primo semestre del 2021 si è attestato a 36.069 milioni di euro, con un incremento del 5,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nel primo semestre 2021 sono risultati in crescita il comparto dei Dispositivi e Sistemi (9.836 milioni di euro, +11,9%), quello dei Software e Soluzioni ICT (3.653 milioni di euro, +8,2%), dei Servizi ICT (6.431 milioni di euro, +8%) e quello dei Contenuti e Pubblicità Digitale (6.513 milioni di euro, +9,2%). I Servizi di Rete hanno invece registrato una contrazione (9.636 milioni di euro, -4,1%). 

Previsioni per il periodo 2021-2024: mercato digitale e comparti tecnologici – Si prevede che il mercato digitale chiuda il 2021 raggiungendo quota 75.410 milioni di euro (+5,5% rispetto al 2020). La crescita maggiore è prevista per il comparto Dispositivi e Sistemi (21.385 milioni di euro, +10,4%), a seguire il settore dei Contenuti e Pubblicità Digitale (13.598 milioni di euro, +8,6%), quello dei Software e Soluzioni ICT (8.116 milioni di euro, +8%) e quello dei Servizi ICT (13.708 milioni di euro, +7,9%). Per i Servizi di Rete è invece previsto un calo (18.604 milioni di euro, -4,1%). 

Nel 2022 si prevede un ulteriore apprezzabile aumento del mercato digitale italiano: 79.286 milioni di euro (+5,1% rispetto al 2021). La crescita viene confermata anche per il biennio 2023-2024: +5,5% nel 2023 e +4,9% nel 2024, con un mercato che nel 2024 si prevede  intorno agli 87 miliardi di euro.

Previsioni per il periodo 2021-2024: Digital Enabler – Trasversali tra i vari comparti, i Digital Enabler sono le tecnologie più innovative e quelle caratterizzate da un dinamismo più marcato. Tra quelle che nel periodo 2021-2024 faranno registrare tassi di crescita maggiori si segnalano: Intelligenza Artificiale (crescita media annua del 22%) e Cloud Computing (crescita media annua del 18%).

Previsioni per il periodo 2021-2024: settori economici – Si segnala una maggiore dinamicità della componente business (aziende e amministrazioni) rispetto a quella consumer (famiglie). Nell’Industria si prevede una domanda digitale che dovrebbe arrivare a 8.366 milioni di euro nel 2021 (+5,8% rispetto al 2020) e a 10.161 milioni di euro nel 2024. Tra i settori con valori assoluti maggiori, le Banche faranno registrare una domanda digitale pari a 8.478 milioni di euro (+6,1%) che dovrebbe arrivare a quota 9.959 milioni di euro nel 2024.

Scenari di impatto del PNRR - Le previsioni a tutto il 2024 del mercato digitale in Italia saranno condizionate in misura crescente dagli investimenti in ICT finanziati attraverso il PNRR.

Scenario 1 (ottimistico, 100% delle risorse utilizzate): impatto del PNRR che si stima genererà un valore aggiuntivo per il mercato digitale di 7.839 milioni di euro nel 2022, 9.142 milioni di euro nel 2023 e 8.915 milioni di euro nel 2024.

Scenario 2 (pessimistico, 50% delle risorse utilizzate): impatto del PNRR che si stima genererà un valore aggiuntivo per il mercato digitale di 3.919 milioni di euro nel 2022, 4.571 milioni di euro nel 2023 e 4.457 milioni di euro nel 2024.

Focus Cybersecurity - La spesa complessiva destinata a prodotti e servizi in ambito Cybersecurity si prevede attestarsi sui 1.393 milioni di euro a fine 2021 (+12,4% rispetto al 2020). Anche nel successivo triennio (2022-2024) ci si attende una dinamica in aumento, con un tasso di crescita medio annuo del 13,1% e una spesa che supererà i 2 miliardi di euro nel 2024.

 Scarica il volume:

Il Digitale in Italia 2021 - Volume 2 Il Digitale in Italia 2021 - Volume 2