10 giugno 2023

Il mercato ICT del Lazio è estremamente vitale

Il Rapporto su “Il Digitale nel Lazio 2023”, promosso da Anitec-Assinform e Unindustria - Unione degli Industriali e delle imprese Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo, traccia un quadro molto positivo per la Regione, sia dal punto di vista della domanda che dell’offerta.

Il 2022 è stato un anno di grande crescita nel percorso di digitalizzazione del Lazio. Il mercato ICT della Regione ha superato i 13 miliardi di euro per una crescita del 4,4% rispetto al 2021 e una quota del 16,8% della spesa ICT nazionale. A ulteriore sostegno di questo percorso, nel settembre 2022 la Regione ha lanciato la sua Agenda Digitale 2022-2026 focalizzata su cinque ambiti: infrastrutture abilitanti, sicurezza informatica, formazione, accessibilità alla tecnologia e maggiore fruibilità dei servizi. Gli obiettivi entro il 2026 prevedono: almeno il 70% della popolazione con competenze digitali di base; il doppio dei cittadini con competenze ICT avanzate; il 50% in più di PMI con specialisti ICT; almeno il 65% della popolazione utente di servizi pubblici digitali e almeno l’80% di Internet. In forte crescita è anche l’attività di formazione.

Gay: “Nel Lazio annoveriamo un numero importante di grandi progetti non solo presso le grandi amministrazioni pubbliche centrali, ma anche nel mondo della ricerca, della sanità, della mobilità, che vedono la partecipazione e la collaborazione tra Regione, enti, istituzioni, centri di ricerca, startup e aziende ICT. Una dinamica che ha consentito di consolidare ecosistemi competitivi con tutte le carte per crescere ancora, grazie alla concentrazione di competenze avanzate ICT, startup e imprenditorialità innovativa, player e processi per il trasferimento tecnologico. Sono tutti elementi che proiettano il Lazio tra i territori più attrattivi e competitivi a livello internazionale”.

 

Roma, 10 giugno 2023 “Dopo la Puglia, il Digitale nel Lazio è la nostra seconda analisi del mercato e del settore digitale a livello regionale. Lo studio fa leva sulle stesse metodologie, fonti e buone pratiche che ci hanno accompagnato per 54 anni con l’edizione nazionale del Digitale in Italia. Questo studio intende fare luce su opportunità e sfide nei percorsi di adozione del digitale a livello locale, sul lavoro di attuazione del PNRR e delle iniziative di innovazione da parte degli enti territoriali in collaborazione con cittadini e imprese, sulle reti che, attraverso la forte collaborazione tra imprese ICT, scuole, università ed enti di ricerca, fanno correre il digitale sui territori. Le dinamiche evidenziate nel rapporto mostrano come nel Lazio si stia consolidando un ecosistema competitivo che fa leva su una concentrazione di competenze avanzate ICT, startup e imprenditorialità innovativa, player e processi per il trasferimento tecnologico. Tutti elementi che proiettano il Lazio tra i territori più attrattivi e competitivi a livello internazionale”. Così Marco Gay, Presidente di Anitec-Assinform, l’Associazione di Confindustria che raggruppa le principali aziende dell’ICT, a commento della pubblicazione del Rapporto “Il Digitale nel Lazio”, presentato il 10 giugno a Ponza in occasione dell’evento ARIA organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria.

 

Le evidenze offerte dallo studio su “Il Digitale nel Lazio 2023” delineano un quadro positivo sia dal punto di vista della domanda, ovvero quanto imprese e amministrazioni pubbliche stiano investendo sul digitale, che dal punto di vista dell’offerta, ovvero quanto l’ecosistema di imprese ICT, enti di ricerca e reti di formazione sia in grado di mettere in campo competenze ICT adeguate in quantità e qualità alla richiesta di digitalizzazione dell’economia laziale. Nel 2022 il mercato ICT ha superato i 13 miliardi di euro per una crescita del 4,4% rispetto al 2021 e una quota del 16,8% della spesa ICT nazionale. Tra i segmenti, Servizi ICT (+9,1%), Software e Soluzioni ICT (+8,2%) e Contenuti e pubblicità digitali (+7%) hanno fatto registrare un sostenuto incremento rispetto al 2021. Il procurement pubblico dell’ICT nel Lazio ha fatto un balzo in avanti in tutte le sue componenti. Nei prossimi anni (2023-2026) il mercato è previsto crescere ulteriormente; tale sviluppo sarà influenzato principalmente dall’utilizzo delle risorse del PNRR destinate ai progetti di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. Un ruolo importante sarà svolto anche dagli investimenti e dalla spesa nel settore della Sanità.
 

“Come emerge dallo studio, il Lazio, grazie alla presenza di un tessuto imprenditoriale fatto di eccellenze in termini di competenze ICT, delle più grandi aziende italiane e multinazionali, delle Università e dei Centri di Ricerca e non da ultimo delle Pubbliche Amministrazioni centrali, ha tutte le carte in regola per diventare un vero hub di eccellenza digitale e leader di questo grande percorso di trasformazione del Paese. Settori come le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, l’intelligenza artificiale, la blockchain, la cybersecurity, il cloud computing e molti altri, rappresentano le basi su cui costruire un ecosistema digitale dinamico e competitivo”. Scrive Alberto Tripi, Vicepresidente con delega alla Trasformazione Digitale di Unindustria, nella premessa al Rapporto.
 

“Il Digitale nel Lazio 2023” certifica la creazione nella Regione di un modello di sviluppo competitivo e come l’Agenda Digitale della Regione 2022-2026 e il PNRR possano aprire una nuova fase, in cui dall’enablement del digitale si passerà all’utilizzo nei processi economici e nella creazione di nuovi servizi. Gli investimenti e le progettualità che potrebbe attivare Expo 2030 darebbero inoltre l’opportunità di accelerare ulteriormente il percorso di digitalizzazione di Roma e della Regione in un’alleanza col mondo delle imprese, delle istituzioni e degli innovatori ancora più efficace nell’abbracciare le nuove tecnologie abilitanti, come motore per il rilancio economico e sociale.
 

“Il Digitale nel Lazio 2023” è stato promosso da Anitec-Assinform (l’Associazione di Confindustria che raggruppa le principali aziende del settore) con il supporto di Unindustria (l'Associazione territoriale di Confindustria di Roma Frosinone Latina Rieti Viterbo) e in partnership con Almaviva. L’analisi è stata condotta in collaborazione con NetConsulting cube (per il capitolo sul mercato del digitale), Promo P.A. Fondazione (per il capitolo sul procurement pubblico dell’ICT) e InfoCamere (per il capitolo sul settore ICT). 

 

Riferimenti stampa:

Anitec-Assinform -Stefania Follador – stefania.follador@anitec-assinform.it - 3398955856

Unindustria-Unione degli Industriali e delle imprese Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo -
Ombretta Crescenzi - ombretta.crescenzi@un-industria.it

Approfondisci
Studi
Il Digitale nel Lazio 2023
Il Digitale nel Lazio 2023
A cura di Anitec-Assinform e Unindustria – Unione degli Industriali e delle Imprese Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo
Leggi
Settembre 2023
Luglio 2023
Giugno 2023
Maggio 2023
Aprile 2023
Marzo 2023
Febbraio 2023
Gennaio 2023
Dicembre 2022
Novembre 2022
Ottobre 2022
Luglio 2022
Giugno 2022
Maggio 2022
Aprile 2022
Marzo 2022
Febbraio 2022
Gennaio 2022
Novembre 2021
Ottobre 2021
Settembre 2021
Luglio 2021
Giugno 2021
Maggio 2021
Marzo 2021
Febbraio 2021
Dicembre 2020
Novembre 2020
Ottobre 2020
Settembre 2020
Giugno 2020
Maggio 2020
Febbraio 2020
Gennaio 2020
Dicembre 2019
Novembre 2019
Settembre 2019
Luglio 2019
Giugno 2019
Marzo 2019
Febbraio 2019
Dicembre 2018
Ottobre 2018
Settembre 2018
Luglio 2018
Giugno 2018
Aprile 2018
Febbraio 2018
Dicembre 2017
Novembre 2017
Ottobre 2017
Settembre 2017

Anitec-Assinform - Associazione Italiana per l’Information and Communication Technology (ICT)  
P.IVA: 10053550967 C.F.: 10053550967 - Privacy

segreteria@anitec-assinform.it

anitec-assinform@pec.it